Alexander Kobler

Dodici mesi di pesca alla carpa: maggio

Zwölf Monate Karpfenangeln: der Mai

Il bellissimo mese di maggio è arrivato! Dopo i lunghi mesi invernali e i primi e instabili mesi primaverili di marzo e aprile, la “vera” primavera sta entrando nel vivo e bisogna approfittare di questo breve periodo dell'anno, quando tutto è ancora fresco e verde e fa già piacevolmente caldo.

Per noi pescatori di carpe, in particolare, la finestra di tempo in cui possiamo ancora catturare le carpe in abbondanza si sta riducendo sempre di più. Il momento esatto in cui le carpe si riproducono dipende da molti fattori. I più importanti sono la temperatura e il livello dell'acqua. Il livello dell'acqua può essere importante quanto la temperatura dell'acqua in acque con forti fluttuazioni del livello dell'acqua, come fiumi o bacini artificiali. Una volta che cespugli e alberi, prati e piante fluviali vengono inondati, spesso non c'è modo di fermarli. Anche quando la temperatura dell'acqua è inferiore a 18 gradi Celsius. Se la temperatura dell'acqua supera i 20 gradi Celsius, di solito non ci vuole molto perché le carpe si riproducano con il tempo calmo, sia di giorno che di notte.

Naturalmente, non tutte le carpe si riproducono nello stesso momento e le madri più anziane di solito impiegano più tempo delle giovani selvatiche, ma la deposizione delle uova di alcune cambia spesso il comportamento della maggior parte di esse. Poiché mentre alcune si riproducono, altre non mangiano molto ma spesso sono già in prossimità delle aree di deposizione delle uova, osservate brevemente lo spettacolo e fatevi un'idea degli ormoni.

Perché mi sono dilungato così tanto sulla deposizione delle uova? Perché l'imminente deposizione delle uova delle carpe (nei paesi del sud come la Spagna, invece, sono già terminate a maggio) deve essere assolutamente presa in considerazione se si vuole ottenere il meglio dalla propria pesca. E finché le carpe non si sono ancora riprodotte, non mangiano grandi quantità di pesce, almeno non le signore grasse. Le carpe selvatiche più giovani possono essere raggiunte solo con una maggiore quantità di cibo. Quindi, anche se a maggio l'acqua è già molto più calda rispetto ad aprile, non bisogna commettere l'errore di somministrare troppo cibo. Molto più importante del cibo a maggio è la posizione, indovinare o osservare dove si trovano le carpe, questo è ciò che conta ora.

Preferisco alimentare con parsimonia ma in modo attraente, con cibo fresco e genuino. Anche le mungitrici, che possono essere anche di grossa taglia e che a volte non hanno nulla da invidiare alle lasche in termini di peso, si trovano già nelle zone di riproduzione e reagiscono già al colore giallo (per via della somiglianza con il colore della bottarga?) e quindi possono essere catturate molto bene anche con pop-up gialle. In generale, il motto è lo stesso dell'inizio della primavera: trovare le carpe e attirarle verso l'esca con un po' di cibo, invece di cercare di portarle in un determinato posto con il cibo. Semplicemente non mangiano ancora abbastanza. Almeno questa è la mia esperienza.

In ogni caso, è molto negativo se diversi pescatori si nutrono già molto in un corpo idrico in primavera. Questo non fa sì che si catturino più pesci, ma riduce le possibilità di una cattura anticipata. Naturalmente, se si pesca da soli in uno specchio d'acqua, questo non ha un effetto così negativo.

E come si fa a catturare le carpe che hanno già deposto le uova? Sicuramente non con il cibo! Il motto ora è di somministrare il cibo con molta parsimonia o di non somministrarlo affatto, preferibilmente solo con un'esca ad amo. Le migliori abboccate si hanno con le pop-up, ma sono soprattutto le lattifere che possono ancora essere ingannate. Le signore grasse, poi, di solito non sono più interessate a nulla. Ma a parte questo: La mia opinione è che si dovrebbe semplicemente lasciare stare le carpe in questi pochi giorni dell'anno. Ma ognuno deve decidere per sé.

Le considerazioni che ho fatto sopra sulla pesca alla carpa in maggio non si applicano naturalmente a tutti i tipi di acqua e a tutte le zone climatiche. In questa sede mi sono concentrato soprattutto sugli stagni di cava, pescati principalmente in Germania, con stock normali e fonti di cibo naturalmente disponibili. In stagni poco profondi e protetti dal vento, tutto può accadere due o tre settimane prima; in acque con poco cibo naturale e una popolazione densa, le carpe si nutrono in realtà tutto l'anno e si scaldano davvero in aprile.

Non è quindi possibile generalizzare le considerazioni di cui sopra tra tutti i tipi di acqua, ma fiumi e canali, laghi di dragaggio e bacini artificiali si comportano in modo simile in relazione ai diversi Paesi e regioni climatiche. Infatti, ciò che è maggio in Germania è aprile nel sud della Francia e maggio in Germania diventa giugno nel sud della Francia. Ma di questo parleremo nella prossima parte: il carp fishing a giugno.

Vi auguro buon divertimento in acqua,

Alexander Kobler

Commenta

Nota che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Scopri di più

Guido Richard: In der Ferne werden Erinnerungen wieder lebendig (3)
Soël "Wild Dream" Briche: Das wässrige Labyrinth