Blog

Vantastic Lukas: Lasciati trasportare verso il Portogallo

Vantastic Lukas: Treiben lassen Richtung Portugal | Hammer Tackle

Atlantico arriviamo

I pochi giorni freddi sui Pirenei sono bastati per farci voler passare il più presto possibile al clima più caldo. Ma non potevo ancora dire addio alla Francia, quindi ci siamo diretti verso la costa atlantica fino alla regione dei Grandi Laghi vicino alle “Lande”. Lì ci siamo fermati per la prima volta proprio accanto alla Dune du Pilat - la più grande duna mobile d'Europa - e abbiamo apprezzato la vicinanza al mare. Bianca in particolare, che si sente molto attratta dal mare, è stata felice di sentire di nuovo lo scorrere delle onde.

Riunione spontanea

Purtroppo il tempo in questa curva non era più proprio piacevole e ho anche preso un brutto raffreddore. In questo stato non volevo e non potevo davvero attraversare il confine con la Spagna. Così ho rincontrato un conoscente che vive in questo angolo di Francia. Willy, anche lui carpista, mi ha mostrato ancora una volta quanto possano essere ospitali i francesi e quante informazioni ti danno, anche se li hai incontrati solo due volte. È venuto a trovarci una mattina in un lago con cornetti freschi. Siamo stati felici di rivederci e Willy mi ha dato alcuni consigli per le acque della zona. A quel punto non avevo voglia di pescare, ma lui ci convinse a seguirlo fino a un lago vicino. Allora lo abbiamo seguito finché non siamo atterrati presso un lago dove, secondo Willy, avremmo avuto pace e tranquillità e dove dovrebbero esserci alcuni grossi pesci che vagano in giro.

Pace e tranquillità assolute in riva al lago nella pineta

In effetti, il lago irradiava una calma inquietante, quasi qualcosa di mistico. Nel mezzo di una fitta pineta ricca di felci. Volevo rilassarmi lì e ovviamente posizionare anche le canne da pesca. Bianca era un po' sorpresa che io avessi ancora voglia di pescare nonostante il mio stato di bisogno. "Penso che solo un pescatore lo capisca" o qualcosa del genere fu la mia risposta al suo stupore. Il lago si è rivelato non facile. Le poche azioni dei pesci in superficie hanno confermato l'affermazione di Willy sulla scarsa popolazione di questo lago. Il posto era ancora incredibilmente bello e perforare troppo non sarebbe stato comunque particolarmente favorevole ad una rapida ripresa ;).


A parte una grossa tinca, in quei giorni non presi nulla. Il tempo sembrava cambiare di minuto in minuto da soleggiato a nuvoloso, da tempestoso a calmo, e le temperature nel nostro angolo ombreggiato nel bosco erano già così basse che il riscaldamento autonomo funzionava abbastanza spesso. Il quarto giorno abbiamo ricevuto la visita di un uomo della gendarmeria, il quale ci ha gentilmente fatto notare che non potevamo stazionare i nostri veicoli in questo luogo.

Vai avanti

Quindi abbiamo dovuto lasciare il posto un giorno prima del previsto, che diamine. Raccogliemmo la spazzatura e la sera andammo in un parcheggio non lontano, vicino a quello che sembrava essere un popolare spot per il surf. Ce ne siamo accorti la mattina dopo, quando il parcheggio si è rapidamente riempito di macchine e la gente è andata in pellegrinaggio al mare con le loro tavole da surf. Abbiamo guardato di nuovo lo spettacolo prima di fare cose noiose come fare la spesa e fare il bucato. L'abbiamo finito solo al buio e ci siamo diretti verso un punto vicino in mezzo alla foresta, accanto a una capanna di legno decorata con graffiti. Avevamo programmato di passare un'altra notte lì il giorno successivo, ma non se ne fece nulla quando nel pomeriggio venne un giovane e ci disse che quella sera c'era una festa nel rifugio accanto al quale avevamo parcheggiato. Se ci avesse chiesto se volevamo partecipare, avremmo potuto prendere in considerazione l'idea di restare.

Quindi abbiamo deciso subito di attraversare il confine spagnolo, che non era lontano. Non abbiamo avuto problemi con controlli o altro mentre proseguivamo sulle strade di campagna senza pedaggio lungo il mare con temperature miti. La sera abbiamo trovato un bel posto con vista sul mare. Un po' affollato per i nostri gusti ma buono, era solo il fine settimana e il giorno dopo le temperature hanno superato di nuovo i 20 gradi, così tante persone sono uscite nella natura.

Il nostro viaggio ora prosegue lentamente oltre le Asturie, verso il Portogallo.

Commenta

Nota che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Scopri di più

Vantastic Lukas: Neue Wege | Hammer Tackle
Guido Richard: Une première à Saint Cassien (1) | Hammer Tackle