Alexander Kobler

Dodici mesi di pesca alla carpa: Giugno, la grande delusione

Zwölf Monate Karpfenangeln: Juni, die große Ernüchterung (oder doch nicht?)

Ormoni in via di estinzione, corpi parzialmente ammaccati e danneggiati, pance affondate e pesi stagionalmente bassi. I mesi grassi sono finiti! E davvero chiunque può catturare una carpa. La finezza che era necessaria nei mesi precedenti si è trasformata in un'alimentazione spuntata; scaricare cibo in qualsiasi punto del lago può essere coronato da successo. Perché hanno fame! Dopo gli amplessi delle ultime settimane, le loro riserve energetiche hanno bisogno di essere ricaricate. E qualsiasi cibo (mezzo) va bene. Ma per quanto sia bello catturare questa fase e le vere orge di pesca, purtroppo la maggior parte delle carpe non è così gentile. Ciò che non si è riusciti a catturare a maggio, non si può recuperare ora con le carpe che sono state riprodotte, a patto che vi piacciano le carpe grandi e rotonde - naturalmente.

 

Ma giugno non è ancora così chiaro e prevedibile. Segna il passaggio dalla primavera all'estate e quindi combina entrambe le stagioni. La primavera all'inizio del mese può anche essere caratterizzata dalla deposizione delle uova in acque profonde e fresche - per le mamme più grasse. Quest'anno sembra proprio così in alcuni luoghi e tutto potrebbe essere ritardato di una o due settimane. Le piogge interminabili e le temperature fresche di maggio sono responsabili di questo fenomeno. Tuttavia, non sarà possibile catturare le grandi mamme prima della deposizione delle uova: è troppo tardi.

 

 In anni normali e nella maggior parte delle acque, tuttavia, tutte le carpe hanno già terminato la deposizione delle uova alla fine di maggio e la temperatura dell'acqua è già superiore ai 20 gradi Celsius in superficie. E in molti anni in Germania è la prima settimana di giugno - di solito in concomitanza con un'area di bassa pressione - che ha luogo la grande alimentazione. E di solito solo una settimana dopo la deposizione delle uova. Perché dalla seconda o terza settimana di giugno arriva finalmente l'estate, che però non è mai stata così eccitante per la pesca alla carpa nella maggior parte delle acque.

 

Il cibo per la pesca viene ora consumato di nuovo con più cautela. Il primo appetito famelico è per il momento soddisfatto e c'è abbondanza di cibo naturale! Le carpe conoscono di nuovo anche le fasi di fiacca, durante le quali si riprendono finalmente dalle settimane di deposizione o meno delle uova. Per catturarle comunque e offrire loro un cambiamento rispetto alla loro dieta naturale, l'esca deve essere di nuovo molto fresca. E di solito meno è meglio. Come in precedenza a maggio, è meglio ritrovare le carpe a partire da metà giugno e ingannarle con una quantità di cibo sufficiente a liberare una sola carpa dallo spot. Se il pesce bianco lo consente, anche le particelle come le tigernuts, il mais, le arachidi e la canapa sono una buona scelta ora, in quanto sono un buon supplemento al cibo naturale, che è molto alto in proteine, essendo ricco di carboidrati (tigernuts e mais) e grassi (arachidi e canapa).

 

A dire il vero, un tempo le previsioni erano più facili perché il tempo era più prevedibile. Inoltre, non vedo l'ora di vedere come si svilupperà il mese di giugno. Dall'inizio della prossima settimana dovrebbe finalmente riscaldarsi e sono davvero curioso di vedere se una o due carpe avranno le farfalle nello stomaco. Vedremo. Non mancherò di approfondire l'argomento nel prossimo blog di luglio e poi speriamo che sia finalmente estate, sole, sole!
Divertitevi in acqua,
Il vostro Alex

Commenta

Nota che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Scopri di più

Soël "Wild Dream" Briche: Das wässrige Labyrinth
Pascal Bouillon: Frühling heißt Wachwerden